Condizioni Generali di Vendita

Condizioni generali di contratto

§ 1 Campo d'applicazione

Le seguenti disposizioni si applicano alla vendita di beni mobili per il consumatore (vendita di beni di consumo).

§ 2 Spese di spedizione

Le spese di spedizione, di norma, sono a carico del cliente. Tutti i prezzi s'intendono franco fabbrica (sede).

§ 3 Tempi di consegna/ Forniture parziali/ Clausola di riserva in caso di impossibilità di effettuare la fornitura

(1) I tempi di consegna sono di 30 giorni dalla stipulazione del contratto. Dieci (10) giorni dopo la scadenza del termine di consegna non vincolante il cliente può sollecitare per iscritto alla WARCO l’esecuzione della fornitura entro un termine ragionevole; la WARCO viene costituita in mora a partire dal ricevimento del sollecito.

(2) Le forniture parziali sono ammesse se accettabili dal cliente.

(3) La WARCO ha il diritto di recedere dal contratto nel caso in cui, malgrado la previa stipulazione di uno specifico contratto d’acquisto, non riceva a sua volta l'oggetto della fornitura; ai sensi del § 11 delle presenti condizioni è fatta salva la responsabilità della WARCO per dolo o colpa grave. La WARCO dovrà informare immediatamente il cliente riguardo alla mancata disponibilità dell'oggetto di fornitura nei termini previsti e, qualora voglia recedere, eserciterà immediatamente il diritto di recesso. Inoltre in caso di recesso la WARCO dovrà rimborsare al cliente il corrispettivo controvalore.

§ 4 Spese di restituzione

(1) Se il cliente come consumatore della WARCO ha comprato uno o più oggetti mediante un contratto di vendita a distanza (§ 312 c Codice civile tedesco) e se il cliente esercita il proprio diritto di revoca che gli spetta per legge, le spese di restituzione sono a suo carico.

(2) L'obbligo dell'assunzione delle spese non si applica se la merce fornita non corrisponde a quella ordinata.

§ 5 Scadenza e costituzione in mora

Il pagamento del prezzo d'acquisto deve essere effettuato integralmente alla consegna. In caso di mancato pagamento il cliente viene costituito in mora 14 giorni dopo la consegna, senza preavviso da parte della WARCO.

§ 6 Diritto di ritenzione per vizi

In presenza di vizi è escluso il diritto di ritenzione per il cliente se la ritenzione non è proporzionale ai vizi e ai costi di ripristino della conformità (soprattutto dell’eliminazione dei vizi). Non saranno applicate ulteriori limitazioni del diritto di ritenzione da parte del cliente.

§ 7 Risarcimento a forfait (spese di deposito)

Se la ritardata accettazione da parte dell'acquirente causa un ritardo della consegna, il venditore può conteggiare le spese di deposito a forfait per ogni mese (eventualmente in proporzione ai tempi) pari all’1%, massimo fino al 5%. Il cliente ha il diritto di provare che il danno subito dalla WARCO sia inesistente o sostanzialmente minore. La WARCO ha il diritto di provare che il danno subito sia maggiore.

§ 8 Riservato dominio

L'oggetto della fornitura resta di proprietà del venditore fino all’avvenuto pagamento a saldo.

§ 9 Obbligo di denuncia; addebito delle spese per denuncia di vizi infondata

(1) Il cliente ha l'obbligo di denunciare alla WARCO per iscritto, entro 14 giorni dal ricevimento della merce, eventuali vizi della cosa o giuridici evidenti. È sufficiente l'invio della denuncia entro il predetto termine. I vizi devono essere descritti nel modo più dettagliato possibile.

(2) Se il cliente denuncia un vizio, che secondo la verifica da parte della WARCO è inesistente, e se al momento della denuncia era consapevole dell’inesistenza del vizio o se per negligenza si è sbagliato al riguardo, è tenuto a risarcire il danno causato alla WARCO. Il cliente ha il diritto di provare l'esistenza del vizio. Nei termini delle disposizioni di cui sopra, la WARCO nello specifico ha il diritto di richiedere al cliente il rimborso delle spese sostenute, per esempio per l'analisi della cosa o per una riparazione richiesta dal cliente.

§ 10 Diritto di recesso

(1) Se la merce fornita presenta dei vizi vengono applicate le disposizioni di legge in materia di recesso.

(2) In tutti gli altri casi il cliente può recedere dal contratto nei termini delle disposizioni di legge, se la WARCO è responsabile della violazione degli obblighi.

(3) In tutti i casi di violazione degli obblighi il cliente deve dichiarare alla WARCO, entro un termine ragionevole, se intende recedere dal contratto a causa della violazione degli obblighi o se esige la fornitura.

§ 11 Esclusione generale della responsabilità

(1) La WARCO risponde nei termini delle disposizioni di legge solo per le azioni proprie o di un suo rappresentante o agente commesse con dolo o colpa grave nonché in caso di lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute causate per colpa lieve. Per il resto la WARCO risponde solo nei termini della legge sulla responsabilità del prodotto o per violazione colposa di obblighi contrattuali essenziali o qualora il venditore abbia occultato dolosamente il vizio o abbia rilasciato una garanzia per la qualità della merce consegnata. Il diritto al risarcimento danni per la violazione di obblighi contrattuali essenziali è tuttavia limitato ai danni contrattuali tipicamente prevedibili, se non si verifica anche un caso diverso da quelli citati ai punti 1) e 2).

(2) Le disposizioni del precedente comma 1 si applicano anche per tutte le richieste di risarcimento danni (in particolare per il risarcimento in aggiunta alla prestazione e il risarcimento in luogo della prestazione), qualunque ne sia la ragione, in particolare per vizi, violazione degli obblighi dal rapporto di debito o atti illeciti. Dette disposizioni si applicano anche per il diritto al rimborso di eventuali spese inutili. La responsabilità per mora è disciplinata dal § 12 delle presenti disposizioni, la responsabilità per impossibilità dal § 13 delle presenti disposizioni.

(3) Le precedenti disposizioni non comportano l'eventuale modifica dell'onere della prova a sfavore dell'acquirente.

(4) Per partecipare a una procedura di risoluzione delle controversie dinanzi ad un collegio arbitrale di consumo non sono obbligate e non vuole.

§ 12 Limitazione della responsabilità in caso di mora

(1) Se il mancato rispetto dei termini è dovuto a forza maggiore, p.es. mobilitazioni, guerre, sommosse o eventi simili non imputabili alla WARCO, p.es. sciopero o serrate, i termini saranno prorogati per la durata dei suddetti eventi o degli effetti degli stessi.

(2) La WARCO risponde nei termini delle disposizioni di legge per azioni proprie o di un suo rappresentante o agente commesse con dolo o colpa grave, nonché in caso di lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute commesse per colpa lieve. In altri casi di ritardo la responsabilità della WARCO è limitata a un massimo del 10% per il risarcimento danni in aggiunta alla prestazione e a un massimo del 25% del valore della fornitura per il risarcimento in luogo della prestazione (compreso il risarcimento di spese inutili). Sono esclusi maggiori diritti del cliente, anche dopo la scadenza di un eventuale termine per l'adempimento fissato alla WARCO. La limitazione non si applica in caso di violazione colposa di obblighi contrattuali essenziali. Il diritto al risarcimento danni per la violazione colposa degli obblighi contrattuali essenziali è limitata al danno tipico prevedibile se non si verifica anche un altro caso ai sensi del punto 1 del presente comma (2). È fatto salvo il diritto del cliente di recedere dal contratto ai sensi del § 10 delle presenti disposizioni.

(3) Le precedenti disposizioni non comportano l'eventuale modifica dell'onere della prova a sfavore dell'acquirente.

§ 13 Limitazione della responsabilità per impossibilità

Nell’impossibilità di eseguire la fornitura, la WARCO risponde nei termini delle disposizioni di legge per azioni proprie o di un suo rappresentante o agente commesse con dolo o colpa grave, nonché in caso di lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute commesse per colpa lieve. In altri casi di impossibilità, il diritto al risarcimento danni del cliente si limita a un massimo del 25% del valore della fornitura per il risarcimento in aggiunta e/o in luogo della prestazione, compreso il risarcimento di eventuali spese inutili. Sono esclusi ulteriori diritti dell'acquirente a causa di impossibilità della fornitura, anche dopo la scadenza di un eventuale termine per l'adempimento fissato alla WARCO. La limitazione non si applica in caso di violazione colposa di obblighi contrattuali essenziali. Il diritto al risarcimento danni per la violazione colposa degli obblighi contrattuali essenziali è limitata al danno tipico prevedibile se non sussiste anche un altro caso ai sensi del punto 1. È fatto salvo il diritto del cliente di recedere dal contratto ai sensi del § 10 delle presenti disposizioni. Le precedenti disposizioni non comportano l'eventuale modifica dell'onere della prova a sfavore dell'acquirente.

§ 14 Termine di prescrizione

(1) Se l'oggetto della fornitura è una cosa usata, il termine di prescrizione per il diritto al risarcimento danni per vizi, qualunque ne sia il motivo giuridico, è di sei mesi, per altre pretese e diritti per vizi un anno. Se l'oggetto della fornitura è una cosa nuova o da produrre ex novo, il termine di prescrizione per il diritto di risarcimento danni, qualunque ne sia il motivo giuridico, è un anno.

(2) I termini di prescrizione per i diritti di risarcimento danni ai sensi del comma 1 si applicano anche per altri diritti di risarcimento danni nei confronti della WARCO, indipendentemente dal fondamento giuridico. Dette disposizioni si applicano anche se i diritti non sono correlati a un vizio.

(3) I termini di prescrizioni sopraindicati comunque non si applicano:

a) in caso di dolo o di occultamento doloso di un vizio o se la WARCO ha rilasciato una garanzia per la qualità della merce consegnata;

b) se l'oggetto dell'acquisto è un'opera edile o una cosa che secondo l'uso consueto è stata utilizzata per un'opera edile e ne ha causato i vizi oppure qualora si tratti del diritto reale di un terzo, sulla base del quale può essere pretesa la restituzione dell'oggetto d'acquisto;

c) per diritti di risarcimento danni in caso di grave violazione dolosa, in caso di violazione colposa di obblighi contrattuali essenziali, non consistente in una fornitura di una cosa difettosa, nei casi di lesioni colpose mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute o in caso di diritti secondo la legge sulla responsabilità del prodotto. La prescrizione per richieste di risarcimento danni si applica anche per il rimborso di eventuali spese inutili.

(4) Il termine di prescrizione per tutti i casi di diritto al risarcimento danni decorre a partire dalla consegna.

(5) Salvo accordi in deroga, sono fatte salve le disposizioni di legge riguardanti l'inizio del termine di prescrizione, la sospensione della prescrizione, la sospensione e la nuova decorrenza di termini.

(6) Le precedenti disposizioni non comportano l'eventuale modifica dell'onere della prova a sfavore dell'acquirente.

§ 15 Condizioni generali

(1) Il cliente può effettuare la compensazione solo con crediti che non siano stati contestati o che siano stati accertati con decisione passata in giudicato.